logo south star

Isole Cicladi

Mykonos, eccentrica, trasgressiva, cosmopolita. L’isola della “movida” dell’Egeo, costellato di caffè in riva al mare dove si suona fino all’alba ma anche il bianco accecante delle case, balconi ornati di fiori, vasi di terracotta variopinta ad ogni uscio, mulini a vento e tante spiagge dorate e mare limpido e turchese visita Myconos town, centro curato e animato, dove si trovano musei interessanti e piacevoli quartieri come Alefkandra, la “piccola Venezia”, la chiesa Paraportiani, uno dei simboli dell’isola e tanti locali in riva al mare, per serate indimenticabili. Spiagge di sottile sabbia gialla, come il Paradise e Super Paradise, vero paradiso del divertimento dove si balla fino all’alba e bagno relax nella vicinissima isola sacra Dilios, attorno a cui le isole Cicladi formano un cerchio, in greco Kyclos, da cui deriva il loro nome. Da assaggiare: kopanisti, il formaggio locale di capra, e soumada, la bevanda di latte di mandorla. 

Santorini, è l’isola più scenografica, più affascinante, unica. L’isola dei “tramonti mozzafiato”, delle lunghe spiagge di sabbia vulcanica che contrasta con il blu intenso del mare, locali modaioli fino ai più informali, dove si ascolta musica tradizionale e le famose e raffinate cantine di vini
Thira, questo è il nome ufficiale dell’isola più meridionale dell’arcipelago delle Cicladi, dal mare regala l’opportunità di veder sorgere pian piano all’orizzonte i villaggi bianchi inerpicati sulle rocce a strapiombo sul mare e sulla Caldera, cratere vulcanico di dimensioni gigantesche. Falesie ricoperte da strati di lava e gli isolotti di Thirasia e Nea Kameni, le altre parti emerse dall’antico vulcano, paesaggi strepitosi. Imperdibile, la visita al villaggio fortificato di Pyrgos e di Oia, vera cartolina delle Cicladi, famoso per le abitazioni scavate nella roccia, il mulino a vento, le cupole azzurre e gli incantevoli tramonti. Bagni lungo le spiagge vulcaniche di Thira, kamari e Perissa e le spettacolari e incontaminate Spiaggia Rossa e Spiaggia Bianca nelle vicinanze di Akrotini. Da assaggiare: i pomodorini, le foglie di capperi, le tomato Keftes (polpette fritte di pomodoro aromatizzate alla menta), e ovviamente i vini, tra cui Assyrtiko e Vinsanto.

Atene, Kithnos, Ios, Paros, Naxos, Syros, Tinos, Folegandros, Milos, Sifnos, le altre cicladi
Atene
, appena lasciato il Pireo e doppiato capo Sounion, sovrastato dai templi di Poseidone, si è in mare aperto, nell’Egeo, famoso per le sue acque blu e cristalline. Kithnos, l’isola delle cesterie, dove potremmo scegliere una baia selvaggia per l’ancoraggio. Tra le spiagge più belle a: Kefkes, Fikiado o Episcopi. Ios, l’isola di Omero, per la vita notturna si può accostare a Mykonos e Santorini. Luogo ideale per chi ricerca spiagge tranquille come la baia dal nero istmo vulcanico, Manganari, sulla costa Meridionale e per gli appassionati di windsurf  e musica, la spiaggia di Mylopotas. Famosa per la produzione di marmo, Paros, offre al crocierista un verde paesaggio, splendide spiagge e una piacevole atmosfera serale. Visita al capoluogo Parikia, con il Kastro veneziano e l’antichissima chiesa di Panagia Ekatontapyliani, mentre Naoussa è scenario perfetto per romantiche e tipiche cene a base di pesce. Naxos, è la più grande delle Cicladi, affascina per la sua vegetazione rigogliosa, le tante lunghe spiagge di sabbia fine e dorata, gli alti rilievi e chiese e monasteri di notevole importanza storica e culturale. Bagni lungo la sua splendida costa e visita di Naxos città, con i suoi quartieri percorsi da stretti vicoli e punteggiati da case bianche e graziosi giardini. L’isola di Syros, bellissime spiagge dalle acque limpidissime e un capoluogo, animatissimo tutto l’anno, che l’architettura elegante dei palazzi neoclassici rende molto singolare. La grande Tinos, con tanti villaggi di pescatori e tante spiagge protette da insenature dalle acque cristalline e incontaminate in cui immergersi per lunghi bagni.Folegandros, una natura meravigliosamente intatta. Il capoluogo, Chora è un tranquillo centro impreziosito dal Kastro medioevale e dalla chiesa di Panaghia Paliokastro, e dalle splendide baiette sottostanti. Attracco a Karavostasi, porticciolo con due case e due bellissime calette di sabbia. Milos, “l’isola dei colori”. Bagni, nel mare turchese trasparente che contrasta con la tonalità rosa, argentee e dorate della sabba in un paesaggio lunare di rocce variopinte, che dalmarrone sfumano al rosso e al rosa per accendersi di un bianco abbagliante. Paesini di case bianche su cui spicca l’azzurro degli infissi e il fucsia delle buganvillee, dove respira ancora un’aria tradizionale. Serifos, tranquilla con meravigliose baie delle acque cristalline dove immergersi nel relax assoluto, tra case bianche e mulini a vento. Apparentemente arida e brulla, Sifnos, ha invece un cuore generoso di verdi colline. Splendide baie, calette e al porto di Kamares, sulla costa occidentale, animato da simpatiche botteghe, possibilità di  rifornimento. Da assaggiare: il torrone di Syros, i ceci al forno (revithia) di Sifnos, il pane profumato di Folegandros.

Per Itinerario - Programma settimanale crociera, listino prezzi e  base d'imbarco/sbarco, vai: Isole Cicladi

Per saper cosa portare vai: Cosa portare in valigia PRENOTATI!

Come arrivare Aereo: Per Atene da Milano  con Olympic Airways, Alitalia, Volare Airlines(via Bari); da Roma con Olympic Airways, Alitalia, Aegean Cronus Airlines; Bari con Volare Airlines; Napoli con Alpi Eagles; Venezia con Alpi Eagles; Milano-Salonicchio con Olympic Airways, Azzurra Air, Alitalia.
Nave: da Bari, Brindisi, Ancona, Venezia per Patrasso.